Elisabetta PIZZICHETTI

Elisabetta Pizzichetti nata ad Ascoli Piceno nel 1963.
Si forma a Firenze, dove studia arte (Istituto per l'arte e il restauro - Palazzo Spinelli) e filosofia (Università degli studi di Firenze) . Inizia a dipingere negli anni ’80. Nel frattempo insegna arte in scuole pubbliche e private di Firenze ed Ascoli Piceno ad adulti e soprattutto a bambini (progetto di educazione all'immagine per le scuole elementari); collabora con studi grafici; lavora presso mostre e musei a Firenze e nel territorio della provincia di Ascoli; nonché per due anni presso l’Assessorato alla Cultura della stessa, cura la prima guida tascabile della città di Ascoli; apre qui una piccola società per la gestione di servizi museali, curando soprattutto i laboratori didattici. Uno di questi in particolare ha dato origine ad un museo permanente dei bambini a Spinetoli (Ascoli Piceno) inaugurato in collaborazione con il laboratorio del Museo Pecci di Prato. Nel 2001 si trasferisce a Roma dove si dedica esclusivamente alla pittura. Tra il 2013 e 2014 ha collaborato con la curatrice della Galleria Incontro d'arte di Roma Alessandra Tontini. Nel 2016/17 collabora col prof. di arte M. Marinaccio nella scuola media D. Manin per un progetto sull’autismo. Nel 2017 entra a far parte dell’Associazione culturale Arco di Gallieno che raccoglie 26 artisti residenti nel rione Esquilino.
La sua produzione pittorica si concentra in una prima fase su un realismo minimalista in cui l'oggetto è trattato in modo frammentario, attraverso una visione sempre marginale ed eccentrica dell'inquadratura. Da qualche anno l'idea di frammentarietà ha prevalso nell'uso del collages unito alla pittura e via via ad altri materiali stratificati, quali cere, resine, fotografia su acetato e su vetro.